Stanchezza, i 3 cibi da mangiare se non riesci a riposare bene: occhio a non escluderli

Con l'arrivo dell'autunno, molte persone possono sperimentare una sensazione di stanchezza fisica e mentale, difficoltà di concentrazione e una ridotta tolleranza allo sforzo. Questo fenomeno, spesso legato ai cambiamenti stagionali, può essere mitigato da una corretta alimentazione.

Alcuni alimenti, come suggerito anche dal post Instagram di @medicina_in_cucina giocano un ruolo chiave nel contrastare la stanchezza e favorire un riposo migliore. Tra questi, spiccano le mandorle e le noci, il cioccolato fondente e le verdure a foglia verde. Vediamo nel dettaglio quali sono i loro benefici e in che modo integrarli al meglio nella propria alimentazione. 

Mandorle e noci contro la stanchezza

Le mandorle e le noci, rappresentanti pregiati della categoria della frutta secca, sono ricche di nutrienti essenziali che possono aiutare a combattere la stanchezza. Questi frutti sono una fonte eccellente di magnesio, un minerale noto per il suo ruolo nel ridurre la stanchezza e l'affaticamento.  Il magnesio partecipa a centinaia di reazioni biochimiche nel corpo, inclusa la conversione del cibo in energia. Inoltre, le mandorle e le noci contengono proteine di alta qualità e grassi salutari, che forniscono energia duratura nel corso della giornata e aiutano a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue, prevenendo i cali di energia improvvisi. Per consumare correttamente noci e mandorle, è possibile scegliere di mangiarle a colazione oppure come spuntino a metà mattinata o a metà pomeriggio. 

Cioccolato Fondente: un tonico per la mente


Il cioccolato fondente è un altro alleato prezioso nella lotta contro la stanchezza. Ricco di ferro e magnesio, contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna e l'ossigenazione del cervello, fondamentali per mantenere alta la concentrazione e ridurre la sensazione di stanchezza.

cioccolato-fondente-contro-la-stanchezza

Inoltre, il cioccolato fondente contiene flavonoidi, antiossidanti che favoriscono la salute cerebrale e possono migliorare l'umore. La presenza di una piccola quantità di caffeina e teobromina nel cioccolato fondente fornisce anche un leggero effetto stimolante, utile per superare i momenti di affaticamento. Il cioccolato fondente può essere consumato, ad esempio, nello yogurt greco a colazione oppure si può scegliere di mangiarne un quadratino anche dopo cena.

Verdure a Foglia Verde: per fare il pieno di vitamine e sali minerali

Le verdure a foglia verde, come spinaci, bietole e cavoli, sono estremamente nutrienti e possono aiutare a combattere la stanchezza. Ricche di ferro, vitamina C, acido folico e magnesio, contribuiscono a migliorare i livelli di energia e la resistenza fisica. Il ferro è particolarmente importante per le donne in età fertile, poiché la carenza di questo minerale può portare a stanchezza e affaticamento. La vitamina C aumenta l'assorbimento del ferro e sostiene il sistema immunitario, mentre l'acido folico è essenziale per la produzione di cellule nuove e sane. Le verdure a foglia verde sono ideali per condire i primi piatti oppure come contorno di una fonte proteica come carne, pesce o legumi.

Leggi anche: Scopri i migliori integratori per combattere la stanchezza: i segreti che nessuno ti ha mai rivelato

Lascia un commento