Cibo scaduto: i due alimenti che puoi consumare anche dopo un anno

Quando si parla di cibo scaduto e della conservazione degli alimenti, esistono numerosi miti e malintesi riguardo la data di scadenza stampata sulle etichette dei prodotti. Sorprendentemente, ci sono alcuni alimenti che mantengono la loro sicurezza e qualità anche ben oltre la data di scadenza indicata.

Tra questi, come sottolineato anche dal post Instagram di giuseppe_healthy, due prodotti si distinguono per la loro sorprendente longevità: l'acqua in bottiglia e l'olio extravergine d'oliva (EVO), che possono essere consumati in sicurezza fino a 12 mesi dopo la data di scadenza.

L'acqua in bottiglia: perché si può bere dopo la scadenza

Iniziamo con l'acqua in bottiglia. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, l'acqua, in sé, non scade. La data di scadenza sulle bottiglie di acqua è più una formalità legale e un indicatore di qualità piuttosto che un segnale di pericolo.

Con il tempo, l'acqua imbottigliata può assumere un sapore diverso, spesso a causa della plastica della bottiglia. Tuttavia, questo non la rende pericolosa per la salute. Ciò che conta davvero è la corretta conservazione: l'acqua dovrebbe essere tenuta lontano dalla luce diretta del sole e da fonti di calore, per evitare il rilascio di sostanze chimiche dalla plastica.

Cibo scaduto che si può consumare: la longevità dell'Olio Extravergine d'Oliva

cibi-scaduti-consumare-olio-e-acqua

Passando all'olio extravergine d'oliva, questo è un altro prodotto resistente al tempo. L'olio EVO, se conservato in un luogo fresco e al riparo dalla luce, può mantenere la sua qualità fino a un anno dopo la data di scadenza. Inoltre, se conservato all’interno di fusti di acciaio inossidabile alimentari oppure all’interno di bottiglie di vetro scuro, l’olio extravergine di oliva mantiene per un periodo prolungato le sue proprietà e anche il suo gusto.

Questo è dovuto alle sue naturali proprietà antiossidanti e alla sua composizione chimica. È importante notare, tuttavia, che con il passare del tempo, l'olio può iniziare a perdere alcune delle sue qualità organolettiche, come il sapore e l'aroma. Tuttavia, ciò non ne compromette la sicurezza per il consumo. In conclusione, è importante sottolineare che la data di scadenza non è sempre un indicatore assoluto della sicurezza di un alimento. Per prodotti come l'acqua in bottiglia e l'olio extravergine d'oliva, l'attenzione dovrebbe essere rivolta principalmente alle condizioni di conservazione.

Consumare questi prodotti oltre la loro data di scadenza, se conservati correttamente, non solo è sicuro, ma può anche aiutare a ridurre gli sprechi alimentari. Tuttavia, è sempre buona norma affidarsi al proprio giudizio e prestare attenzione a eventuali cambiamenti di sapore, odore o aspetto prima di consumare qualsiasi alimento.

Leggi anche: L'alimento con più ferro della carne: economico e con zero colesterolo

Lascia un commento