Addio alla muffa: deumidificatore fai da te con un solo ingrediente da cucina

Risolvere piccoli problemi della vita domestica è un toccasana per il proprio benessere psicofisico. Ecco come eliminare la muffa dal proprio appartamento. I dettagli e i consigli dell'influencer.

Siamo ancora alle prese con le solite macchie che si stagliano sulle pareti. E no, questa volta non sono andate via neanche con il nostro prodotto di fiducia. Qual è allora il metodo più congeniale per risolvere questo problema atavico dei nostri appartamenti?

Lo illustra l'influencer stiledicasa, al secolo Cristina, che mete in pratica una serie di accorgimenti utili per eliminare la muffa dalle proprie pareti di casa.

Eliminare la muffa: un deumidificatore a meno di 40 centesimi

"Oggi ti spiego come realizzare un Deumidificatore spendendo solo €0,40 centesimi". Incredibile ma vero, Cristina illustra ai suoi ormai 100mila followers come districarsi rispetto a questo annoso problema che attanaglia le case di milioni di persone. La sua mission è consigliare gli utenti sulla scelta per l'arredamento, la pulizia della casa e l'organizzazione del proprio spazio.

Basteranno pochi semplici strumenti e la muffa sarà soltanto un cattivo ricordo. Sono necessari, infatti, soltanto 500 grammi di sale grosso e una bottiglia di plastica. Il sale, grazie al processo di osmosi, riesce ad attirare a sé l'acqua, compresa quella allo stato di vapore presente nell'ambiente. Il fondo della bottiglia accoglierà l'acqua in eccesso e basterà svuotare periodicamente il contenitore facendo asciugare il sale prima di riutilizzarlo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cristina (@stiledicasa)

Con una punta di metallo ben riscaldata si fanno dei piccoli fori sulla parte superiore della bottiglia (si prenderà soltanto la parte superiore e inferiore della bottiglia come riferimento). Si devono poi incastrare bene le due parti, una sopra l'altra. Infine, va aggiunto il sale grosso. Si deve nascondere in posti specifici della casa, come in librerie o scaffali alti. Dopo qualche giorno sarà possibile notare dell'acqua presente sul fondo della bottiglia: il nostro apparecchio artificiale sta funzionando a dovere.

Un consiglio utile per ridurre le allergie e purificare gli ambienti

Quanto appena visto nel video postato dalla giovane Cristina torna utile in particolare per quelle persone che utilizzano gli ambienti domestici anche come luoghi di lavoro. E che quindi sono più soggetti ad ammalarsi in ambienti non salubri. In questi casi diventa quindi necessario e indispensabile fruire di luoghi, aree e spazi sicuri e soprattutto ben puliti, lasciando aperte le finestre per non incorrere in allergie di sorta o essere soggetti a fragilità figlie delle stagioni come l'inverno ormai alle porte.

LEGGI ANCHE>>>Piante distrutte dal freddo, i rimedi

Lascia un commento